In una prima fase sono state studiate le tecniche basilari della recitazione (respirazione, dizione, espressione mimico gestuale, esercitazioni di lettura e intonazione della voce) per poi focalizzarsi su un repertorio che portasse allo studio delle tradizioni locali della Valle dell’Irno e della Provincia di Salerno. I cunti e le leggende della nostra storia sono stati così argomento di studio e delle rappresentazioni teatrali messe in scena nei mesi di Maggio e Luglio 2010.

Rappresentazioni teatrali aventi come soggetto gli argomenti di studio:

5 Maggio 2010  Teatro delle Arti di Salerno all’interno della rassegna TEATROSCUOLA DELLE ARTI messa in scena de “Il Sole e la Rosa” Leggende e favole salernitane riscritte e musicate da Guido Cataldo, in collaborazione con  la compagnia teatrale Animazione 90,  regia di Gaetano Stella (vedi  note aggiuntive).

14 Luglio 2010 Anfiteatro Comunale di Baronissi inaugurazione rassegna teatrale “Teatro     mi(o) diletto” organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Baronissi,  con il  saggio di fine anno “Nc’era na vota” storie, cunti e leggende della nostra terra raccontate con tecniche artistiche di vario genere (recital, muppets, canto, pantomina) regia e direzione artistica  di Gaetano Stella. Le “favole” sono state arricchite dalla recitazione, dal canto e dalla mimica, incantando il numerosissimo pubblico dell’Anfiteatro, tanto che l’Accademia dello Spettacolo di Baronissi ha allietato nuovamente gli spettatori con il racconto “e dduje frate”nella Serata di Gala a chiusura della rassegna teatrale il 10 agosto 2010, insieme al gruppo di grandi artisti di fama nazionale  internazionale intervenuti all’evento realizzato con la regia di Gaetano Stella.